.:: Home Page : Articoli : Stampa
Finanziaria 2008: politiche sociali, più risorse ai giovani e alle fasce deboli
.:: Alfiero Grandi Pubblicato in data:  06/02/2008  18:41:04, in Lavoro, letto 3791 volte
La legge finanziaria per il 2008 (Legge n.244 del 24 dicembre 2007) è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale del 28 dicembre 2007 ed è in vigore dal primo gennaio 2008.
Le  novità di maggiore impatto sociale:
- sgravi ICI e affitti su prima casa e fondo per l’edilizia pubblica: sconto ICI sulla prima casa: detrazione fino a 303 euro l’anno. Per la casa di abitazione, i proprietari degli immobili potranno sommare all’attuale detrazione ICI di 103,29 euro un’ulteriore detrazione di imposta pari al 30% dell’aliquota base dell’ICI: lo sconto complessivo avrà un tetto di 303,29 euro l’anno per contribuente. Sono escluse case signorili, ville e castelli.
Per gli inquilini in possesso di un contratto di locazione registrato, Una detrazione annuale di 300 euro per chi ha un reddito complessivo irpef fino a 15.494 euro e di 150 l’anno per coloro che hanno un reddito complessivo compreso tra 15.494 e 30.987 euro l’anno
Per ampliare l'offerta di alloggi in locazione a canone sociale è finanziato, nel limite di 550 milioni di euro per l'anno 2007, un programma straordinario di edilizia residenziale pubblica.
- giovani e universitari fuori sede con contratto di locazione registrato: taglio delle imposte di circa 1.000 euro l’anno per i giovani tra i 20 e i 30 anni che vanno a vivere in affitto e hanno un reddito inferiore a 15 mila euro, la detrazione diventa di 500 euro l’anno se il reddito è tra i 15 e i 30 mila euro.
Per i giovani universitari fuori sede, confermata una detrazione del 19% sugli affitti già prevista dalla Finanziaria 2007
- fondo per la diminuzione delle tasse dei lavoratori dipendenti: l’extragettito del 2008 andrà a finanziare il fondo per la riduzione della pressione fiscale sulle buste paga dei lavoratori dipendenti.
- class action: si introduce l'istituto dell'azione collettiva risarcitoria a tutela degli interessi dei consumatori.
- abbattimento del prelievo sulle imprese: dal 2008ridotta di 5,5 punti (dal 33 al 27,5%) l’imposta sulle società (IRES). Riduzione dal 4,25 al 3,9% l’IRAP. Tassazione agevolata delle plusvalenze per operazioni di riorganizzazione aziendale con aliquota compresa tra il 12 e il 16%.
- fisco semplice per le imprese marginali: addio libri contabili, IVA e IRAP, imposta secca del 20% sul reddito.
Per le piccole imprese solo un forfait, un milione di imprenditori minimi e marginali, (ma anche di professionisti) con un’azienda semplice, senza dipendenti e con un giro d’affari inferiore a 30 mila euro lordi l’anno, e che non abbiano fatto investimenti superiori a 15.000 euro nel triennio, potranno scegliere di aderire – se lo riterranno conveniente – a un regime semplificato: franchigia dall’Iva (e dalla relativa documentazione), esenzione dall’IRAP, un solo adempimento per l’IRPEF. Per chi aderisce al forfait sarà applicata un’imposta sostitutiva sul reddito pari al 20% al netto dei costi sostenuti.
- ticket: abolizione del ticket di 10 euro sull’assistenza specialistica e sugli esami di diagnostica.
- multe: in caso di mancata notifica, dopo due anni scatta la prescrizione.
- asili nido: esteso al 2007 il taglio delle imposte pari al 19 per cento delle spese per gli asili nido. (tetto massimo di spesa 632 euro l'anno per ogni figlio). Inoltre vengono stanziati ulteriori 70 milioni di euro, per l'anno 2008, per lo sviluppo territoriale degli asili nido e dei servizi socio-educativi per la prima infanzia.
- bonus famiglie numerose: 100 euro al mese di detrazione fiscale per le famiglie con almeno quattro figli a carico.
- congedi di maternità anche per chi adotta un figlio: equiparazione del trattamento dei genitori adottivi e affidatari a quello dei genitori naturali a prescindere dall'età del bambino adottato o affidato.
- bus: gli abbonamenti potranno essere detratti per il 19% dall'Irpef per un massimo di 250 euro.
- prezzi: nominato presso il ministero dello Sviluppo economico un garante con il compito di vigilare sui prezzi e sulle tariffe.
- computer co.co.co. co.co.pro e titolari assegni ricerca: proroga al 31 dicembre 2008 dei contributi per l’acquisto di un personal computer. L’agevolazione è estesa ai titolari di assegni per la collaborazione ad attività di ricerca, di cui al comma 6 dell'articolo 51 della legge 27 dicembre 1997, n. 449, e successive modificazioni.
 
 
Per chi ha voglia di approfondire:
Le novità del fisco