.:: Home Page : Articoli : Stampa
Per la nuova Agenzia dei giochi, fare subito le nomine
.:: Alfiero Grandi Pubblicato in data:  07/04/2008  11:24:55, in Ministero delle Finanze, letto 2658 volte
Il parlamento, con una legge, ha dato mandato al Governo di realizzare la nuova Agenzia che dovrà occuparsi anche di giochi in sostituzione dell'attuale AAMS. E' vero che, nel frattempo, sono intervenuti, prima la crisi di governo e poi lo scioglimento delle camere, tuttavia va ricordato che l'attuazione di una norma di legge può essere fatta anche nell'attuale situazione, e solo il "garbo" istituzionale ha portato, fino ad ora, a non fare le nomine della nuova Agenzia, primo passo per dare avvio al ricambio. La mia opinione è che la situazione attuale sia diventata insostenibile e che l'opposizione non possa più chiedere, ragionevolmente, di protrarre ulteriormente la situazione odierna e invece sia necessario predisporre l'attuazione della riforma con urgenza. Da parte sua il Governo, ancorché dimissionario, credo debba, in ogni caso, assumersi la responsabilità di attuare la riforma, nella consapevolezza che, altrimenti, per il ruolo della struttura pubblica nel settore dei giochi il danno di credibilità potrebbe essere molto serio. Essendo fermamente convinto che è in gioco qualcosa di molto più serio della mera convenienza elettorale e delle stesse nomine, e che questo caso è del tutto a sé stante, farò di tutto per spingere, anzitutto l'opposizione ad aprire verso l'attuazione immediata della riforma. Pur auspicando un'intesa tra maggioranza e opposizione a questo punto, in ogni caso, a mio parere, il Governo dovrà assumersi la responsabilità di procedere nelle decisioni, per evitare una crisi e ridare piena credibilità alla struttura pubblica preposta al settore dei giochi.