.:: Home Page : Articoli : Stampa
Dal 2008 la dichiarazione dei redditi sarà precompilata
.:: Alfiero Grandi Pubblicato in data:  05/02/2007  12:36:48, in Fisco, letto 6876 volte
Alfiero Grandi, intervenuto, a Torino, all'iniziativa, sulla finanziaria 2007 nei suoi aspetti fiscali e nel rapporto con i contribuenti, promossa dai Caf Cgil, ha affermato che c’è la necessità di tenere ferme le date per la presentazione delle dichiarazioni dei redditi 2007 (redditi 2006) per arrivare, già nel 2008, al modello di dichiarazione precompilato, e questo nonostante da molte parti arriva la richiesta di rivedere le date stabilite dalla finanziaria 2007 per le dichiarazioni dei redditi, che sono state anticipate rispetto a quelle dell'anno precedente. Se si trattasse solo di una questione di date, pur tenendo conto che in Europa le dichiarazioni sono presentate, di norma, entro maggio, se ne potrebbe ragionare, ma non si tratta soltanto di questo. In alcuni paesi europei la dichiarazione precompilata esiste già, e può essere trasmessa per via telematica e, allora, noi vorremmo tentare di allineare anche il nostro paese ad alcune delle esperienze più avanzate in Europa. L'anticipo delle dichiarazioni dei redditi per il 2007, infatti, insieme all'indicazione, nello stesso modello, dell’importo pagato per l’imposta comunale sugli immobili (Ici), serve all'Amministrazione finanziaria per consentirle di mettere in rete le dichiarazioni precompilate dei redditi per il 2008. Qualche fatica in più nel 2007 sarà compensata dalla possibilità per i contribuenti di usare la dichiarazione precompilata dall' Amministrazione, facilmente scaricabile da Internet, semplicemente richiedendo al fisco una chiave di accesso personale e segreta. Oggi sono circa 1 milione le dichiarazioni che i contribuenti inviano per via telematica, ma per farlo non solo devono essere capaci di “navigare” su Internet ma è necessario che siano anche in grado di compilare la dichiarazione dei redditi. Con questo aiuto, da parte dell'Amministrazione finanziaria, in futuro, potranno essere molti di più i cittadini in grado di fare direttamente l'invio telematico. Così, gradualmente, milioni di cittadini potranno fare da soli. Ecco la ragione che porta a tenere ferme le date stabilite. Proviamo a fare un salto di qualità importante già a partire dal 2008, anno che dovrebbe essere buono per l'avvio della dichiarazione dei redditi precompilata, che il cittadino dovrà verificare, eventualmente aggiornare e inviare. E' un balzo per raggiungere i paesi europei più avanzati e fa parte della politica di semplificazione a favore dei cittadini, che già da quest’anno prevede di indicare l'Ici nella dichiarazione. Questo sarà un ulteriore passo in avanti.