Immagine  
"
Disapprovo ciò che dici, ma difenderò alla morte il tuo diritto di dirlo.

Voltaire
"
 
.:: Home Page : Articoli
Pensioni: chi ostacola l'accordo con i sindacati commette un grave errore
.:: Alfiero Grandi Pubblicato in data:  22/06/2007  19:17:03, in Welfare, letto 2030 volte

Intervista di Alessandro Cardulli per Rosso di Sera

Alfiero Grandi: “All’offensiva contro il governo non c’è stata da parte nostra una risposta all’altezza. Occorre fare chiarezza sulle tasse ed evitare confusioni, basate su informazioni false”

“Non c’è alternativa all’accordo sulle pensioni – ha affermato Alfiero Grandi, sottosegretario all’Economia - i sindacati vogliono farlo, bisogna farlo, è un atto di giustizia sociale, risponde alle esigenze dei lavoratori e dei pensionati. Tutto quello che crea difficoltà a raggiungere l’intesa è da considerarsi un errore. Da subito bisogna operare perché la trattativa abbia un corso normale per arrivare in tempi rapidi al necessario accordo”. Martedì il governo si è impegnato a presentare una bozza di proposta ed è auspicabile che non si riparta, come hanno affermato i dirigenti sindacali, con una girandola di cifre come quelle esposte dal ministro Padoa-Schioppa. “Non si tratta con la calcolatrice - aveva detto Epifani, visibilmente irritato - se si vuole evitare una conflittualità pericolosa per il governo”.
“Il tavolo di concertazione fra sindacati e governo è parte di uno scenario sempre più inquietante, con il rischio di una pericolosa frammentazione del Paese, di divisioni fra il lavoro dipendente e quello autonomo”. C’è chi pur ricoprendo incarichi di grandi responsabilità, soffia sul fuoco in una miscela di populismo, di qualunquismo. Anche con un linguaggio arrogante, violento nell’uso delle stesse parole. Dovrebbe provare vergogna il presidente della Confindustria per le offese che ha arrecato al governo e ai sindacati. Grandi richiama al senso di responsabilità per evitare il pericolo di questa divisione nel Paese. Poi entra nel merito dei problemi e delle pretese di Confindustria ribadite anche al tavolo di trattativa con il governo, il vice presidente degli industriali Bombassey e il direttore generale Beretta con tono intimidatorio hanno sottolineato che non intendono accettare “meno di quello che il governo ci ha detto, non un euro di meno”. “La Confindustria – sottolinea Alfiero Grandi – porta a casa tre miliardi di euro e sei ne porterà a casa nel 2008 tutti a beneficio delle aziende grandi e piccole”. “Non vuole dare niente, non collabora allo sviluppo del Paese. Anzi si fa parte in causa con altri settori del lavoro autonomo, che portano un duro attacco al governo sulla questione delle tasse. Una campagna rilanciata da Berlusconi con il sostegno dei media che fanno capo al centrodestra”. Veniamo così alle contestazioni rivolte a Prodi, a ministri del governo nelle assemblee degli industriali, commercianti e artigiani. Il punto di attacco di questa campagna riguarda gli studi di settore. “All’offensiva contro il governo - sottolinea Grandi - non c’è stata da parte nostra una risposta all’altezza. Bisognava e bisogna fare chiarezza, evitare confusioni, basate su informazioni false”. Gli studi di settore sono stati chiesti dalle organizzazioni di categoria. Essi danno cifre indicative relative al massimo che si deve pagare. Con il governo Berlusconi si sono trasformate in una specie di maximum tax, dovrebbe invece essere una griglia per capire se il contribuente dice la verità oppure no. Si finisce così per non pagare in proporzione al reddito.
Questo maximum è rimasto invariato e le organizzazioni di categoria, sapevano bene che occorreva un nuovo accordo da realizzarsi in contraddittorio fra le parti. Grandi illustra la realtà dei settori del commercio e dell’artigianato che riguarda quattro milioni e mezzo di aziende. Di queste le aziende che fatturano fino a cinque mila euro sono fuori da ogni problema, un milione di aziende che fatturano fino a 50 mila euro godono di ampi scostamenti dai criteri di congruità. La finanziaria con l’accordo delle parti sociali prevedeva due miliardi e settecentomila euro di nuove entrate il che significa che per ogni azienda con fatturati congrui avrebbero dovuto pagare meno di mille euro in più in un anno. E questa una vessazione? “Ma non c’è solo la questione fiscale rileva Grandi, c’è quella relativa alla concorrenza. Il nero è o no una violazione della concorrenza? Siamo dieci punti sopra gli altri Paesi europei, il nostro Pil ne risente notevolmente. Chi paga regolarmente è svantaggiato rispetto a chi evade e a chi utilizza a piene mani il lavoro nero”. “Il governo - conclude il sottosegretario - è caduto in una trappola mediatica, ma qualche responsabilità ce l’abbiamo anche noi. Non abbiamo stabilito un rapporto fra benefici e cosa questi comportavano da parte di chi li riceveva. Insomma hanno sottoscritto gli accordi per ricevere benefici e non gli abbiamo fatto sottoscrivere anche quello che dovevano dare sebbene fosse sempre nettamente inferiore a quanto ricevuto”. Come si risponde a questa campagna su una presunta vessazione del governo nei
confronti del mondo imprenditoriale? “Si tratta di una campagna a correnti alternate. Prima delle date in cui si pagano i contributi si fa una campagna contro la presunta vessazione fiscale di cui si sarebbe vittime. Subito dopo si fa una campagna contro l’evasione. A mente fredda senza usare toni rancorosi nei confronti di alcuna categoria occorre muoversi subito con grande rigore, serietà ed equilibrio riportando le cose alla loro realtà. Abbiamo già fatto i primi passi importanti come nella lotta all’evasione”.

Articolo Articolo  Storico Storico Stampa Stampa
 
Nessun commento trovato.

Testo (max 2000 caratteri)
Nome
eMail



Scrivi i caratteri che leggi nell'immagine, rispettando le maiuscole


Trattamento dei dati
Informativa art. 13 D.lgs. 196/2003Desideriamo informarla che il D.lgs. n. 196/2003 prevede la tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali. Secondo la normativa indicata, tale trattamento sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e di tutela della Sua riservatezza e dei Suoi diritti. Ai sensi dell'art. 13 del D.lgs. n.196/2003, Le forniamo, quindi, le seguenti informazioni:

    • I dati da Lei forniti verranno trattati esclusivamente per finalità concernenti l'attività informativa di questo spazio
    • Il conferimento dei dati è facoltativo e l'eventuale rifiuto a fornire tali dati non ha alcuna conseguenza.
    • I dati da Lei forniti non saranno oggetto di diffusione se non quelli specifici di questo sito web.
Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.
Iscriviti alla newsletter
 

Cerca per parole chiave
 



Titolo
Atti Ufficiali (2)
Avvisi (2)
Avvisi ai lettori blog (3)
Bologna (3)
Catasto (36)
Contributi al Blog (1)
Diritti (4)
Economia (64)
Finanza (23)
Finanziaria (10)
Fisco (27)
generale (1)
Internazionale (2)
Interviste (12)
Lavoro (32)
Ministero delle Finanze (10)
Nucleare (53)
Ogm (1)
Omeopatia (1)
Pace (1)
Politica (211)
Politoca (1)
Pubblicazioni (11)
Sondaggio (1)
Tobin tax (12)
Trentin (1)
Welfare (7)

Catalogati per mese:
Agosto 2005
Settembre 2005
Ottobre 2005
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019

Ultimi commenti:
Ciao ... Ho un capitale che ve...
23/08/2019  02:55:13
.:: chapelle
Ciao ... Ho un capitale che ve...
23/08/2019  02:54:01
.:: chapelle
OFFERTA DI PRESTITO.Hai bisogn...
23/08/2019  02:18:22
.:: Paul Garry
Ciao, sono Jessica, attualment...
23/08/2019  00:09:55
.:: Jessica
Caro Signore / Signora,Siamo u...
22/08/2019  12:43:15
.:: Manuela



Titolo



Ci sono 210 persone collegate