Immagine  
"
Che fortuna possedere una grande intelligenza non ti mancano mai le sciocchezze da dire.

Anton Cechov
"
 
.:: Home Page : Articoli
Varato dalla Conferenza Stato-Città il 2° Dpcm sul decentramento del catasto
.:: Alfiero Grandi Pubblicato in data:  26/03/2008  10:47:58, in Catasto, letto 3076 volte
Il secondo Dpcm per il decentramento del catasto ai Comuni, è stato approvato oggi dalla Conferenza Stato-Città e prosegue il suo iter verso la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale. Tra i principali contenuti del Dpcm alcuni riguardano le modalità del trasferimento con distacco dei lavoratori dal Catasto ai Comuni. Si chiarisce che il distacco è, anzitutto, volontario, altrimenti l’Agenzia del territorio, sentiti i sindacati per esaminare i criteri di distacco, provvederà a stilare le relative graduatorie.
E’ esplicitata la temporaneità del distacco, stabilendo che, in sede di prima applicazione, in attesa di un futuro Dpcm, più organico, il distacco massimo è previsto in due anni, prorogabili per uno, dopo di che i lavoratori rientreranno, mantenendo la loro posizione, all’Agenzia del territorio. E’ salvaguardata l’intera retribuzione, anche quella di risultato, a carico dell’Agenzia, compresi gli incentivi contrattuali, che, per evitare dubbi, sono stati meglio specificati.
Qualora ci fossero lavoratori che dovessero recarsi fuori dal capoluogo di provincia, è prevista un’indennità di mobilità territoriale che sarà concordata tra OO.SS. e Agenzia, che dispone di un fondo apposito, istituito con la Finanziaria 2008, (4 mln di euro per il 2008 e 8 mln di euro dal 2009). E’ chiarito, infine, che  la mobilità interregionale è solo volontaria e ha, unica condizione, di essere accettabile dall’Agenzia.
Il passaggio di personale dall’Agenzia ai Comuni, sia pure temporaneamente, conferma che il partenariato Stato/Comuni è strategico nel nuovo assetto istituzionale del catasto decentrato. I Comuni, inoltre, quando non vi sia disponibilità di personale, possono contare sulle risorse previste.
Va ricordato anche che sul versante dei Comuni, è istituito un capitolo di bilancio (59 milioni di euro per il 2008) destinato ad aiutare l’avvio del decentramento.
Nei prossimi giorni sarà convocata la cabina di regia in modo da completare il quadro delle iniziative attuative della riforma da consegnare al futuro Governo e al prossimo Parlamento.
Roma, 20 marzo 2008
Sul decentramento del catasto l’obiettivo è rasserenare il clima nessuna polemica con le OO.SS.
In vista della trasmissione del 2° Dpcm sul decentramento delle funzioni catastali ai Comuni, è giusto dare spazio anche ad opinioni diverse e, quindi, manterrò nel mio blog, il comunicato delle OO.SS. Aggiungo che, purtroppo, la posizione espressa dai sindacati lo scorso 29 gennaio, quando fu loro consegnata la bozza del 2° Dpcm per il decentramento del catasto, non ha consentito di puntare fin dall’inizio a un’intesa, perché si è preferito, anziché entrare nel merito, chiederne il ritiro, cosa che il Governo non può e non vuole fare. Nei giorni scorsi ci sono stati altri incontri con le OO.SS., durante i quali è stata consegnata una nuova bozza del Dpcm. Ma, anche in questa seconda fase, la scelta è stata di non arrivare a una intesa. Malgrado questo il Governo proporrà alla Conferenza Stato-città, alcune modifiche al Dpcm, modifiche che si sforzano di tenere conto delle preoccupazioni sindacali e, allo stesso tempo, di tranquillizzare i lavoratori sul loro futuro.
Non ritengo utile polemizzare con il comunicato delle OO.SS. che già sono impegnate in un complicato rinnovo contrattuale. L’obiettivo resta quello di rasserenare il clima e di rispondere positivamente alle preoccupazioni dei lavoratori. Dopo la Conferenza Stato-città, tornerò sull’argomento chiarendo le novità ulteriori introdotte.
Roma, 19 marzo 2008
Roma, 20 marzo 2008
 
Carlo Podda
Segretario Generale CGIL F.P.
Giovanni Serio
Responsabile Nazionale
Agenzie fiscali CGIL FP
Rino Tarelli
Segretario Generale CISL FP
Stefania Silveri
Responsabile Nazionale CISL FP
Salvatore Bosco
Segretario Generale UIL-PA
Roberto Cefalo
Responsabile Nazionale UIL-PA
 
 
Vi informo che lo schema di DPCM sul decentramento del catasto approvato oggi dalla Conferenza Stato-città, contiene alcune modifiche che tengono conto delle osservazioni da voi avanzate nell’incontro del 17 marzo scorso.
La prima è la temporaneità del distacco. Elemento particolarmente rilevante quando non è volontario. In sede di prima applicazione, in attesa di un futuro DPCM più organico, il distacco massimo è previsto in due anni, prorogabili per uno. La temporaneità è meglio esplicitata, pur essendo per me ovvia, con mantenimento della collocazione in organico al rientro.
La retribuzione resterà la stessa, pagata dall’Agenzia, compresi gli incentivi contrattuali, meglio specificati, per evitare dubbi, e la contrattazione con l’Agenzia del territorio definirà come spendere i quattro milioni previsti nel 2007 e gli otto dal 2009 per affrontare disagio, ecc.
È precisato che i sindacati verranno sentiti in più fasi e in particolare per esaminare i criteri di distacco, quando non è volontario.
È chiarito che la mobilità interregionale è solo volontaria e ha l’unica condizione di essere accettabile dall’Agenzia.
Naturalmente le modifiche non sono il risultato di un accordo vero e proprio con le OO.SS. che avrebbe potuto migliorare ulteriormente il testo, tuttavia sottolineo che si è cercato di tenere conto delle osservazioni. Anche se ovviamente un accordo vero e proprio, avrebbe consentito di superare resistenze di altre amministrazioni.
Ciò detto il risultato mi sembra comunque apprezzabile.
Cordiali saluti
Alfiero Grandi

Roma, 20 marzo 2008
 
Sebastiano Callipo
CONFSAL-SALFI
 
Caro Segretario,
non pretendo di superare in un sol colpo dubbi e contrarietà, tuttavia vorrei almeno confermarle un atteggiamento di attenzione verso le preoccupazioni dei sindacati e dei lavoratori.
Lei sa che sono convinto che il decentramento del catasto ai Comuni, nelle forme e nei limiti previsti, sia un passo avanti importante per dare vita ad un nuovo sistema a due pilastri (Stato e Comuni) in grado di rinnovare, qualificare, rendere più vicino ai cittadini questa importante parte del sistema istituzionale italiano. Non voglio quindi sottacere la diversità di approccio. Tuttavia l’ascolto può portare a miglioramenti significativi e ad accorciare le distanze. Forse a superarne almeno alcune.
Dopo gli incontri che si sono svolti nei giorni scorsi, sono state introdotte alcune importanti modifiche nel DPCM.
La prima è la temporaneità del distacco. Elemento particolarmente rilevante quando non è volontario. In sede di prima applicazione, in attesa di un futuro DPCM più organico, il distacco massimo è previsto in due anni, prorogabili per uno. La temporaneità è meglio esplicitata, pur essendo per me ovvia, con mantenimento della collocazione in organico al rientro.
La retribuzione resterà la stessa, pagata dall’Agenzia, compresi gli incentivi contrattuali, meglio specificati, per evitare dubbi, e la contrattazione con l’Agenzia del territorio definirà come spendere i quattro milioni previsti nel 2007 e gli otto dal 2009 per affrontare disagio, ecc.
È precisato che i sindacati verranno sentiti in più fasi e in particolare per esaminare i criteri di distacco, quando non è volontario.
È chiarito che la mobilità interregionale è solo volontaria e ha l’unica condizione di essere accettabile dall’Agenzia.
Infine è mia intenzione proporre alla prossima riunione della Cabina di regia, che sulle conclusioni di ogni riunione venga prevista la consultazione delle OO.SS.
Cordiali saluti
Alfiero Grandi
 
Roma, 20 marzo 2008
 
Marco CARLOMAGNO
Segretario Generale FLP
Vincenzo PATRICELLI
Coordinatore aggiunto FLP Finanze
 
Vi informo che oggi è stato approvato dalla Conferenza Stato-città lo schema di DPCM sul decentramento del catasto; questo provvedimento tiene conto di alcune osservazioni avanzate nel corso dell’incontro tenutosi il 18 marzo scorso.
Abbiamo provveduto ad esplicitare la temporaneità del distacco, elemento particolarmente rilevante quando non è volontario, stabilendo che, in sede di prima applicazione, il distacco massimo è previsto in due anni, prorogabili per uno ed i lavoratori mantengono il posto in organico nell’Agenzia del territorio al loro rientro.
Infine per quanto riguarda la retribuzione del personale distaccato è stato salvaguardata l’intera retribuzione, compresa quella di risultato (professionalità e produttività). la stessa, specificando meglio onde evitare dubbi.
Per coloro che dovessero recarsi fuori dal capoluogo di provincia è prevista la contrattazione con l’Agenzia del territorio per definire le modalità di spesa dell’apposito fondo introdotto dalla Finanziaria 2008  (quattro milioni previsti nel 2008 e gli otto dal 2009) .
È precisato che i sindacati verranno sentiti in più fasi e in particolare per esaminare i criteri di distacco, quando non è volontario.
È chiarito che la mobilità interregionale è solo volontaria e ha l’unica condizione di essere accettabile dall’Agenzia.
Tali modifiche non sono il risultato di un vero e proprio accordo con le OO.SS. che avrebbe potuto migliorare ulteriormente il testo, tuttavia sottolineo che si è cercato di tenere conto delle osservazioni.
Ciò detto il risultato mi sembra comunque apprezzabile.
Cordiali saluti
 
Alfiero Grandi

Dubbi da sciogliere e certezze da consolidare  Alfiero Grandi risponde a rdb

Ho letto sul vostro sito gli interrogativi sul decentramento del catasto. Lasciamo al passato quello che è accaduto lo scorso 29 gennaio, quando, anziché, entrare nel merito del DPCM si è preferito non farlo. Guardiamo al futuro e alla sostanza.

 

 

 

 

 

 

RdB. Quale sarà l’ammontare dell’incentivo per chi chiede il distacco o il trasferimento al Comune?

Grandi. Nell’ambito dello stanziamento di 4 milioni di euro per il 2008 e di 8 milioni di euro per il 2009, sarà l’Agenzia del territorio a concordare con i sindacati le risposte al quesito.

RdB. Come verranno gestite le quote di salario accessorio e la carriera dei distaccati e non? 

 

 

 

 

 

Grandi. I distaccati sono parte dell’Agenzia del territorio e manterranno l’intero trattamento, come prima. 

RdB. Perché non si potrà scegliere il trasferimento in altra Regione?

Grandi. Si potrà, se l’Agenzia sarà in grado di accogliere le richieste dei dipendenti che volontariamente chiedono di trasferirsi in altra regione. 

RdB. I lavoratori che rimarranno all’Agenzia quali garanzie avranno?

Grandi. Sul futuro sono ovviamente prudente. Tuttavia per l’Agenzia vedo un futuro di grande qualificazione e sarà la garanzia della tenuta di tutto il sistema.

RdB. Il distacco dovrà essere motivato e provvisorio, cioè di durata inferiore a 12 mesi.

Grandi. 12 mesi sono pochi, ma sono favorevole a fissare un tempo certo per il rientro.

RdB. Chi lavorerà fuori dal Comune di residenza dovrà ricevere il trattamento di missione.

Grandi. Fermo restando che la sede in cui risolvere il problema è quella del punto 1, mi sembra ragionevole.

RdB. I Comuni che non rispetteranno le regole dovranno avere revocata la convenzione.

Grandi. Nelle convenzioni ci sarà una clausola di risoluzione, o decadenza, immediata se qualche Comune cambia le carte in tavola e va contro la legge.

RdB. La scelta del lavoratore di transitare al Comune dovrà essere fatta entro trenta giorni dalla stipula della Convenzione e non entro 10 dalla pubblicazione del DPCM.

Grandi. Su questo punto sono meno certo della risposta, tuttavia so che l’Agenzia vuole risolvere al meglio i problemi reali dei lavoratori e quindi è bene discuterne nella sede che ho suggerito al punto 1.

Come vedete possiamo avere punti di vista diversi, ma si possono anche trovare punti di convergenza.

Alfiero Grandi

 

CATASTO:DECENTRAMENTO COMUNI,IN POLE POSITION IN 2339/ANSA
 
(ANSA)-ROMA,26 MAR - Il decentramento del catasto ai Comuni fa un ulteriore passo avanti: nella conferenza Stato-città di oggi sono stati individuati i primi 2339 enti ritenuti idonei che potranno partire immediatamente con la nuova gestione. Nel 55 per cento dei casi i comuni si occuperanno di tutto, dalla verifica formale alla definizione dell'aggiornamento della banca dati catastale. Il 22,2 per cento ha invece optato per un trasferimento parziale cosiddetto di primo livello, e riguarderà la consultazione della banca dati catastale unitaria nazionale e servizi di visura; la certificazione degli atti catastali conservati nella banca dati informatizzata e l'aggiornamento della banca dati del Catasto. Per il secondo livello ha optato il 23,2; comprende, tra l'altro, la verifica formale, accettazione e registrazione delle dichiarazioni tecniche di aggiornamento del Catasto Fabbricati, l'aggiornamento geometrico del Catasto Terreni e le variazione colturale del Catasto Terreni.  Il nuovo traguardo di oggi di percorso lungo e sofferto è il risultato del lavoro di una cabina di regia creata ad hoc che ha esaminato le delibere approvate lo scorso anno dai consigli comunali degli enti interessati.In tutto i comuni in corsa - in questa prima fase - sono stati 5 mila: 2339 hanno superato l'esame, mentre per i restanti la cabina di regia “si è riservata di trovare quanto prima specifiche soluzioni, per un successivo inserimento in mappatura, a chiusura della prima parte del processo di decentramento”. Il 2009 rappresenterà invece l'occasione per tutti gli altri comuni i quali potranno mettersi in regola entro il 15 luglio 2009, e potranno essere operativi a decorrere dal 15 dicembre 2009. L'assunzione delle funzioni catastali è possibile solo per i Comuni con popolazione non inferiore a 40 mila abitanti ad eccezione delle Comunità montane, Comuni capoluogo di provincia, singoli o associati e Comuni sperimentatori. La riforma del catasto, come ha più volte ribadito il sottosegretario all'Economia, Alfiero Grandi, ha una ragione fiscale (si calcola che ogni anno potrebbero entrare nelle casse dei Comuni circa 582 milioni di euro di ICI evasa) ma quella più importante è che ''i Comuni potranno ricongiungere conoscenze e competenze che consentiranno loro una migliore gestione delle politiche territoriali'''. Dello stesso parere Flavio Zanonato, sindaco di Padova e responsabile del settore per l'Anci: ''il catasto per i Comuni è fondamentale perchè è uno degli strumenti principali per governare il territorio''. Zanonato ha poi rassicurato quanti temono che questa riforma possa portare ad aumentare l'ICI sulla casa. ''La riforma degli estimi - ha detto - non c'è dunque il valore degli immobili rimarrà invariato''. Nella riunione della Stato-città del 20 marzo scorso era stato già approvato un Dpcm riguardo le modalità del trasferimento dei lavoratori dal Catasto ai Comuni: si chiarisce che il distacco è, anzitutto, volontario, è esplicitata la temporaneità del distacco (massimo due anni con una proroga di uno), è salvaguardata l'intera retribuzione.(ANSA).

 TESTO DPCM APPROVATO DALLA CONFERENZA STATO-CITTA' DEL 20.3.08

Articolo Articolo  Storico Storico Stampa Stampa
 
# 1
Siamo RSU dell’Ufficio di Brescia e, a fronte delle domande che ci pervengono dai colleghi relativamente al decentramento ed alla realizzazione dello stesso, desideriamo porre alcuni quesiti che possono contribuire a chiarire alcuni dubbi diminuendo così il malcontento generale e la tensione che si registra in molti uffici .

1) In quali percentuali il numero di personale verrà assegnato mediante distacco ai comuni? Per ogni area funzionale? Ci sarà una distinta graduatoria per ogni livello?
2) Le graduatorie previste dalla normativa sono due: una per transitare ai comuni volontariamente, ( in caso di eccesso di volontari) l’altra per rimanere nell’Agenzia ( in caso di mancanza di volontari).
Nel primo caso:verranno accolte le istanza di dipendenti con maggiore punteggio? .. quindi transiteranno per primi avendo scelto il passaggio ai comuni ? e se non ci fosse disponibilità nei comuni richiesti?
Nel secondo caso: resta in Agenzia il dipendente che ha un punteggio maggiore?
3) Nella stesura delle graduatorie, ( ma in particolare quella per l’eccesso di volontari in uscita) la “maggiore anzianità di servizio nella qualifica funzionale” deve intendersi: l’assunzione in servizio presso l’Ente di appartenenza? Avendo riguardo alla decorrenza giuridica o a quella economica? O si deve tener conto della decorrenza dell’attuale qualifica funzionale di ciascun dipendente?
4) Dato che “il contingente di personale individuato non può essere comunque inferiore al numero di unità effettivamente impiegate nei servizi catastali alla data del 31/12/2006”, ci si domanda come dovranno essere considerate le posizioni dei dipendenti pensionati, pensionandi e degli ex LTD?
5) Tenuto conto che il distacco oltre a rappresentare un disagio costituisce un maggior costo per il dipendente ( vista la realtà territoriale bresciana) ci si domanda se verranno prese in considerazioni eventuali casi p
.::  panzera santo  inviato il 14/04/2008 @ 20:39:12
# 2
Risp. a Santo Panzera. Per i Chiarimenti richiesti occorre, in linea di massima, attendere la trattativa che l’Agenzia del territorio farà con le OO.SS. per definire le materie citate. Mi auguro che tutto venga definito previo accordo con le OO.SS.
Per quanto riguarda il disagio e altro ancora, c’è un fondo ad hoc che prevede 4 milioni per il 2008 e 8 milioni per il 2009, che dovrà essere utilizzato per risolvere i problemi. Aggiungo che il DPCM in corso di registrazione alla Corte dei Conti, prevede che il distacco dei lavoratori duri non più di 2 anni, prolungabile di 1 solo anno, poi il rientro nel posto di lavoro precedente nell’Agenzia.
Cordiali saluti
.::  Alfiero Grandi  inviato il 15/04/2008 @ 14:40:24
# 3
Gradirei sapere se alla data di oggi, 05/10/2009, è ancora possibile per un dipendente dell'Agenzia del Territorio, avanzare domanda di TRSFERIMENTO o di COMANDO presso un Comune per esclusive funzioni carastali. E in quali tipologie di Comuni è possibile.
Grazie per la risposta.
.::  Giuseppe Tognarini  inviato il 05/10/2009 @ 15:43:05
# 4
Purtroppo il blog non è più in grado di rispondere a singoli quesiti. Mi dispiace Alfiero Grandi
.::  alfiero grandi  inviato il 10/10/2009 @ 18:33:32
Testo (max 2000 caratteri)
Nome
eMail



Scrivi i caratteri che leggi nell'immagine, rispettando le maiuscole


Trattamento dei dati
Informativa art. 13 D.lgs. 196/2003Desideriamo informarla che il D.lgs. n. 196/2003 prevede la tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali. Secondo la normativa indicata, tale trattamento sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e di tutela della Sua riservatezza e dei Suoi diritti. Ai sensi dell'art. 13 del D.lgs. n.196/2003, Le forniamo, quindi, le seguenti informazioni:

    • I dati da Lei forniti verranno trattati esclusivamente per finalità concernenti l'attività informativa di questo spazio
    • Il conferimento dei dati è facoltativo e l'eventuale rifiuto a fornire tali dati non ha alcuna conseguenza.
    • I dati da Lei forniti non saranno oggetto di diffusione se non quelli specifici di questo sito web.
Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.
Iscriviti alla newsletter
 

Cerca per parole chiave
 



Titolo
Atti Ufficiali (2)
Avvisi (2)
Avvisi ai lettori blog (3)
Bologna (3)
Catasto (36)
Contributi al Blog (1)
Diritti (4)
Economia (64)
Finanza (23)
Finanziaria (10)
Fisco (27)
generale (1)
Internazionale (2)
Interviste (12)
Lavoro (32)
Ministero delle Finanze (10)
Nucleare (53)
Ogm (1)
Omeopatia (2)
Pace (1)
Poliitica (2)
Politica (262)
Poltica (1)
Pubblicazioni (13)
Sondaggio (1)
Tobin tax (12)
Trentin (1)
Welfare (7)

Catalogati per mese:
Agosto 2005
Settembre 2005
Ottobre 2005
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019
Dicembre 2019
Gennaio 2020
Febbraio 2020
Marzo 2020
Aprile 2020
Maggio 2020
Giugno 2020
Luglio 2020
Agosto 2020
Settembre 2020

Ultimi commenti:
LEGGI UN MOMENTO QUESTA OFFERT...
23/09/2020  00:57:12
.:: Alesi
Aiuto e assistenza finanziaria...
16/09/2020  12:50:59
.:: zannifranco
Prestito Personale RICHIEDILO ...
15/09/2020  03:00:42
.:: Ezio Giuseppe De Lilla
[...] Discover what? the deal ...
02/09/2020  01:15:54
.:: wholesale nike jerseys
I?e been exploring for a littl...
02/09/2020  01:15:48
.:: cheap nfl authentic jerseys wholesale



Titolo



Ci sono 285 persone collegate