Immagine  
"
Disapprovo ciò che dici, ma difenderò alla morte il tuo diritto di dirlo.

Voltaire
"
 
.:: Home Page : Articoli
Finanziaria: tanti tagli e nessuna scelta
.:: Alfiero Grandi Pubblicato in data:  25/11/2010  22:09:34, in Economia, letto 11568 volte

- Pubblicato da l'Altro quotidiano e da Paneacqua  il  24/11/10

La legge di stabilità (ex finanziaria) passerà rapidamente in parlamento, ma questa non è una buona notizia. O meglio è forse una buona notizia sotto il profilo istituzionale perché la sua approvazione mette provvisoriamente in sicurezza i conti pubblici rispetto all’evoluzione della crisi politica, ma non lo è nel merito perché resta un provvedimento reticente, arretrato, insufficiente. Del resto perfino alcuni Ministri ne hanno denunciato limiti e difetti. I boatos delle liti tra Ministri sono arrivati all’esterno dei palazzi del Governo, il problema è che però questo non ha prodotto modifiche di qualche importanza. Ad esempio la Ministra dell’Ambiente ha ottenuto qualche decina di milioni per intervenire sul dissesto idrogeologico, mentre la sua richiesta era di 1 miliardo di euro e questo per di più è avvenuto mentre una parte dell’Italia è sottacqua .

Questa legge di stabilità non durerà i 3 anni promessi da Tremonti, come non è durata 3 anni la manovra della primavera 2008 che ha avuto numerose correzioni.

E’ una legge che non dice la verità perché sottovaluta alcune spese inderogabili del 2011, limitandone il finanziamento solo ad una parte del prossimo anno. A giugno faremo rientrare tutti i militari italiani all’estero ? Se non è così questa legge è un falso.

E’ una legge che non recupera le risorse necessarie per fare interventi indispensabili a sostegno della ripresa economica e dell’occupazione. E’ chiaro che per non sballare i conti pubblici occorre avere nuove entrate e queste possono venire solo da chi ha di più, da chi ha utilizzato il rientro dei capitali esportati illegalmente a prezzi di favore, da chi guadagna dalle rendite finanziarie pagando un misero 12,5 % di tasse.

E’ una legge che taglia anche le misure esistenti che hanno dato buona prova in termini di occupazione e sostegno all’economia. Ad esempio, pare che lo sconto fiscale del 55 % per gli interventi di risparmio energetico resterà ma verrà distribuito su 10 anni anziché su 5 e quindi darà risultati minori. Continua così la logica dei tagli che non distinguono l’oggetto del loro intervento e quindi il risparmio energetico è uguale al comprare aerei da guerra, mentre la differenza è enorme da tutti i punti di vista.

Questa legge di stabilità non stabilizzerà proprio nulla perché fondata sul rinvio e sulle non scelte. L’Italia ha i problemi di prima, se possibile peggiorati perché spenderà almeno un miliardo e mezzo per il prolungamento degli ammortizzatori sociali (inevitabile e giusto) senza mettere in cantiere le misure per creare occupazione e nel tempo preparare la fuoruscita dalla crisi.

Il dibattito sulla ripresa economica era ridicola prima quando esaltava una crescita dell’1,4 % invece dell’1 % e sarebbe ridicolo oggi creare allarmismo perché non si arriverà all’1,4 %.

Il fatto sostanziale è che la crisi economica continua e non se ne vede l’uscita e con questi tassi di crescita non si va da nessuna parte ed è questo il punto che questo Governo non sa e non è in grado di affrontare.

Ne è la conferma, purtroppo, il comportamento che il Governo sta tenendo in sede europea. Non si dice che è in corso in Europa un duro confronto che, complice la crisi economica, sta mettendo in sofferenza i paesi che hanno maggiori difficoltà e debolezze. La Germania sta di fatto imponendo regole fatte sulle sue misure, utilizzando anche minacce gravissime, come il possibile affondamento dell’euro, ma inadatte agli altri, ad esempio all’Italia, ma non solo.

Il Governo italiano sta sostanzialmente accettando le regole tedesche nella speranza che qualche interpratazione più favorevole consenta in futuro di gestire la presentazione dei conti pubblici italiani. In realtà il Governo sta accettando vincoli pesantissimi che in futuro creeranno problemi molto seri a chi avrà la responsabilità del Governo, chiunque esso sia e soprattutto saranno un serio vincolo per una ripresa economica di qualità. Il maggior debito europeo indotto dalla crisi può essere gestito diversamente, molto diversamente, avendo di mira l’obiettivo dell’occupazione e della ripresa, adottando misure europee di sostegno e di gestione del debito stesso.

Basta volerlo, le proposte ci sono e potrebbero dare risultati interessanti.

Anche da questo punto di vista l’ostacolo, dal punto di vista italiano, è questo Governo debole e incapace di misure coraggiose, senza credito all’estero e quindi subalterno all’egemonia dei più forti.

Per questo la legge di stabilità è un’altra occasione perduta e il tempo che separa dal 14 dicembre un’eternità, semprechè Berlusconi non riesca a trascinare la crisi ancora nel tempo con conseguenze sempre più gravi per il paese reale.

Alfiero Grandi

Articolo Articolo  Storico Storico Stampa Stampa
 
Nessun commento trovato.

Testo (max 2000 caratteri)
Nome
eMail



Scrivi i caratteri che leggi nell'immagine, rispettando le maiuscole


Trattamento dei dati
Informativa art. 13 D.lgs. 196/2003Desideriamo informarla che il D.lgs. n. 196/2003 prevede la tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali. Secondo la normativa indicata, tale trattamento sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e di tutela della Sua riservatezza e dei Suoi diritti. Ai sensi dell'art. 13 del D.lgs. n.196/2003, Le forniamo, quindi, le seguenti informazioni:

    • I dati da Lei forniti verranno trattati esclusivamente per finalità concernenti l'attività informativa di questo spazio
    • Il conferimento dei dati è facoltativo e l'eventuale rifiuto a fornire tali dati non ha alcuna conseguenza.
    • I dati da Lei forniti non saranno oggetto di diffusione se non quelli specifici di questo sito web.
Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.
Iscriviti alla newsletter
 

Cerca per parole chiave
 



Titolo
Atti Ufficiali (2)
Avvisi (2)
Avvisi ai lettori blog (3)
Bologna (3)
Catasto (36)
Contributi al Blog (1)
Diritti (4)
Economia (64)
Finanza (23)
Finanziaria (10)
Fisco (27)
generale (1)
Internazionale (2)
Interviste (12)
Lavoro (32)
Ministero delle Finanze (10)
Nucleare (53)
Ogm (1)
Omeopatia (1)
Pace (1)
Politica (205)
Pubblicazioni (11)
Sondaggio (1)
Tobin tax (12)
Trentin (1)
Welfare (7)

Catalogati per mese:
Agosto 2005
Settembre 2005
Ottobre 2005
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019

Ultimi commenti:
Sono un prestatore privato e u...
15/06/2019  22:45:42
.:: James Caver
c
15/06/2019  13:03:19
.:: James Caver
L'ASSICURAZIONE fornisce prest...
14/06/2019  13:05:55
.:: Galibort
Fai la tua richiesta di denaro...
14/06/2019  01:12:58
.:: caleush
Ciao ... Ho un capitale che sa...
11/06/2019  21:38:53
.:: chapelle



Titolo



Ci sono 290 persone collegate