Immagine  
"
Solo due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana e non sono sicuro della prima.

Albert Einstein
"
 
.:: Home Page : Articoli
Pieno appoggio ai 4 referendum basta con l'austerità
.:: Alfiero Grandi Pubblicato in data:  07/07/2014  22:05:37, in Politica, letto 1763 volte
Qualcuno ha detto che l'approvazione da parte del parlamento della modifica dell'articolo 81 della Costituzione è stata possibile nel 2012 solo per una sorta di autoembargo delle intelligenze. E' una spiegazione verosimile.L'introduzione del pareggio di bilancio nella Carta costituzionale è un'esagerazione non richiesta, neppure dagli impegni assunti dall'Italia con l'accettazione del Fiscal compact e si spiega solo con il clima di terrorismo psicologico instaurato dopo l'esplosione degli interessi sul debito pubblico e il fallimento del governo Berlusconi. Del resto altri paesi, come la Francia, si sono ben guardati dall'approvare norme costituzionali di questo tipo.Per dare attuazione al nuovo articolo 81 della Costituzione è stata approvata la legge n. 243/2012 che è oggetto dei 4 referendum abrogativi che il comitato promotore ha presentato in Cassazione e sui quali è in fase di avvio la raccolta delle firme, a cui occorre dare pieno sostegno.Purtroppo la modifica all'articolo 81 della Costituzione è stata fatta con più dei 2/3 dei parlamentari e questo ha impedito l'effettuazione del referendum confermativo. Solo un'iniziativa parlamentare potrà modificare questo errore politico ed economico, che ha legato mani e piedi il nostro paese alle politiche di austerità e per di più la sua legge attuativa ha ulteriormente aggravato i vincoli, più di quanto lo stesso Fiscal compact imponesse. Il risultato è che l'Italia continua ad essere in difficoltà economiche, non riesce a riprendersi e aumenta la disoccupazione, ormai raddoppiata, come dimostrano anche i dati diffusi dall'Istat.L'austerità è una cura che ha aggravato la situazione del nostro paese, con il raddoppio del tasso di disoccupazione e in particolare con l'esplosione della disoccupazione giovanile, con la diminuzione di un milione di occupati, senza contare i lavoratori in cassa integrazione, con una diminuzione del Pil del 9 % dal 2007 al 20013 e malgrado questo un aumento del debito pubblico dal 103,3 % al 132,7 %.Per di più non viene detta tutta la verità sul debito pubblico perché il pagamento dei debiti arretrati della Pubblica Amministrazione, che pure è doveroso, porterà ad un ulteriore aumento dello stock del debito di 70/80 miliardi di euro.Occorre una strategia di ripresa economica qualificata ed occupazionale, di espansione dei redditi, per uscire dalla crisi di cui ancora non si vede la reale conclusione. Occorre un'alternativa alle politiche di austerità che hanno aggravato la crisi anzichè risolverla.E' un bene che oggi in Europa siano più forti e diffuse le posizioni che puntano a chiudere con l'austerità, tuttavia ancora non siamo di fronte alla svolta di cui c'è bisogno. Troppe le incertezze e i vincoli, troppe le ambiguità. Anche le aperture di cui si parla in questi giorni sono in realtà promesse di flessibilità nell'ambito della strategia definita dal Fiscal compact e dai vincoli di austerità vigenti. La flessibilità sarebbe, se effettivamente ci sarà, è del tutto insufficiente ad affrontare i problemi dell'Europa e in particolare della parte che più ha sofferto le conseguenze dell'austerità.L'obiettivo dei quesiti referendari, su cui inizia la raccolta delle firme in questi giorni, è modificare la legge n. 243/2012, abrogando le disposizioni che impongono un'applicazione esasperata ed eccessiva dell'equilibrio di bilancio.  Si tratta di norme che comportano politiche di austerità ancora più dannose per il Paese.I 4 quesiti referendari riguardano l'articolo 3 comma 3 e 5 (n°1), l'articolo 3 comma 2 (n°2), l'articolo 8 comma 1 (n°3), l'articolo 4 comma 4.Un impegno referendario non è cosa da poco ma è necessario per tentare di sbloccare la politica di austerità che da anni soffoca l'Europa e condanna alcuni paesi come l'Italia a fare i conti con difficoltà enormi. Per questo i 4 referendum assumono un valore emblematico ed è giusto e necessario un impegno di quanti vogliono uscire da questa situazione e dire con chiarezza alla nuova Commissione Europea e al Governo Renzi che occorre una svolta di cui non c'è traccia reale.Occorre sostenere le iniziative del comitato promotore con l'impegno di tutti, associazioni e singoli, per realizzare anzitutto la raccolta delle 500.000 firme necessarie per svolgere i 4 referendum nel 2015 e poi per portare la maggioranza delle elettrici e degli elettori a votarli per dare validità e fare vincere i quesiti referendari.Proprio per dare il massimo vigore all'iniziativa contro l'austerità occorre anche iniziare un percorso che metta al centro la modifica dell'articolo 81 della Costituzione, come risulta dopo le modifiche del 2012, e la modifica dello stesso Fiscal compact. Non basta lo spazio creato da una possibile interpretazione flessibile, se mai vi sarà.Occorre mettere al centro con determinazione la rimozione dei vincoli fondamentali che sono rappresentati appunto dal Fiscal compact e  dal nuovo articolo 81. Per questo occorre avviare anche un'iniziativa nel parlamento europeo e nel parlamento italiano per mettere a fuoco questi 2 obiettivi che possono integrare e completare la strategia dei 4 referendum, che nel frattempo vanno pienamente sostenuti come avvio di un percorso concreto di svolta rispetto alle politiche di austerità in Europa e in Italia.Alfiero GrandiAllegato con i 4 quesiti referendari:Quesito n. 1:«Volete voi che siano abrogati l'art. 3, comma 3, limitatamente alla parola: "almeno",  e l'art. 3, comma 5, lettera a), limitatamente alla parola: "almeno", della legge 24 dicembre 2012, n. 243, recante "Disposizioni per l'attuazione del principio del pareggio di bilancio ai sensi dell'art. 81, sesto comma, della Costituzione"?»Quesito n. 2:«Volete voi che sia abrogato l'art. 3, comma 2 ("L'equilibrio dei bilanci corrisponde all'obiettivo a medio termine.") della legge 24 dicembre 2012, n. 243, recante "Disposizioni per l'attuazione del principio del pareggio di bilancio ai sensi dell'art. 81, sesto comma, della Costituzione"?»Quesito n. 3:«Volete voi che sia abrogato l'art. 8, comma 1, limitatamente alle seguenti parole: "e dagli accordi internazionali in materia", della legge 24 dicembre 2012, n. 243, recante "Disposizioni per l'attuazione del principio del pareggio di bilancio ai sensi dell'art. 81, sesto comma, della Costituzione"?»Quesito n. 4:«Volete voi che sia abrogato l'art. 4, comma 4 ("Fatto salvo quanto previsto dall'articolo 6, comma 6, non è consentito il ricorso all'indebitamento per realizzare operazioni relative alle partite finanziarie.") della legge 24 dicembre 2012, n. 243, recante "Disposizioni per l'attuazione del principio del pareggio di bilancio ai sensi dell'art. 81, sesto comma, della Costituzione"?»
Articolo Articolo  Storico Storico Stampa Stampa
 
Nessun commento trovato.

Testo (max 2000 caratteri)
Nome
eMail



Scrivi i caratteri che leggi nell'immagine, rispettando le maiuscole


Trattamento dei dati
Informativa art. 13 D.lgs. 196/2003Desideriamo informarla che il D.lgs. n. 196/2003 prevede la tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali. Secondo la normativa indicata, tale trattamento sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e di tutela della Sua riservatezza e dei Suoi diritti. Ai sensi dell'art. 13 del D.lgs. n.196/2003, Le forniamo, quindi, le seguenti informazioni:

    • I dati da Lei forniti verranno trattati esclusivamente per finalità concernenti l'attività informativa di questo spazio
    • Il conferimento dei dati è facoltativo e l'eventuale rifiuto a fornire tali dati non ha alcuna conseguenza.
    • I dati da Lei forniti non saranno oggetto di diffusione se non quelli specifici di questo sito web.
Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.
Iscriviti alla newsletter
 

Cerca per parole chiave
 



Titolo
Atti Ufficiali (2)
Avvisi (2)
Avvisi ai lettori blog (3)
Bologna (3)
Catasto (36)
Contributi al Blog (1)
Diritti (4)
Economia (64)
Finanza (23)
Finanziaria (10)
Fisco (27)
generale (1)
Internazionale (2)
Interviste (12)
Lavoro (32)
Ministero delle Finanze (10)
Nucleare (53)
Ogm (1)
Omeopatia (1)
Pace (1)
Politica (211)
Politoca (1)
Pubblicazioni (11)
Sondaggio (1)
Tobin tax (12)
Trentin (1)
Welfare (7)

Catalogati per mese:
Agosto 2005
Settembre 2005
Ottobre 2005
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019

Ultimi commenti:
Ciao ... Ho un capitale che ve...
23/08/2019  02:55:13
.:: chapelle
Ciao ... Ho un capitale che ve...
23/08/2019  02:54:01
.:: chapelle
OFFERTA DI PRESTITO.Hai bisogn...
23/08/2019  02:18:22
.:: Paul Garry
Ciao, sono Jessica, attualment...
23/08/2019  00:09:55
.:: Jessica
Caro Signore / Signora,Siamo u...
22/08/2019  12:43:15
.:: Manuela



Titolo



Ci sono 182 persone collegate