Immagine  
"
Su una parete della nostra scuola c'è scritto in grande I CARE. E' il contrario esatto del motto fascista Me ne frego.

Don Lorenzo Milani
"
 
Di seguito gli interventi pubblicati in questa sezione, in ordine cronologico.
 
 
.:: Alfiero Grandi Pubblicato in data:  22/01/2014  10:14:47, in Politica, letto 758 volte

- Pubblicato da www.arsinistra.it, l'Altro quotidianoDazebao, cambiailmondo.org,

Non ho votato per Renzi. Al contrario. Tuttavia dopo la sua affermazione nelle primarie con il 68 % occorre cercare di capire quali possano essere le conseguenze di questo risultato. E' apparso chiaro che la vittoria di Renzi avrebbe comunque rimesso in moto la situazione, costringendo tutti ad uscire da una sorta di torpore che è calato sulla situazione politica italiana dal Governo Monti in poi. I fatti dopo l'8 dicembre confermano questa prima impressione e in particolare l'ultima direzione del Pd dice che la determinazione a procedere di Renzi mette in conto strappi e forzature dentro e fuori il Pd. Gramsci ci ha insegnato la differenza tra fasi di movimento e di stagnazione, non necessariamente l'una è meglio dell'altra...

Continua a leggere...

 
.:: Alfiero Grandi Pubblicato in data:  15/01/2014  15:44:21, in Politica, letto 835 volte

- Pubblicato da www.arsinistra.it, l'Altro quotidianoDazebao, cambiailmondo.org,

La fine delle intese più o meno larghe è una necessità. Prima avviene meglio è. Solo così sarà possibile iniziare a superare il ritornello “né di destra né di sinistra”, che sta diventando l’esercizio preferito in questa fase. Non a caso. Le larghe intese sono state l’equivoco di fondo di questa fase politica e il loro rimpicciolimento non ha migliorato le cose. Sono il prezzo per non avere convocato le elezioni anticipate quando il Governo Berlusconi si è dimesso nel 2011. Elezioni in quel momento, mettendo i conti in sicurezza, avrebbero consentito di fare i conti con il berlusconismo nelle elezioni, di chiudere veramente un’epoca...

Continua a leggere...

 
.:: Alfiero Grandi Pubblicato in data:  10/01/2014  10:48:24, in Politica, letto 1072 volte
Enrico Letta ha affermato che dopo l'uscita di Forza Italia dalla maggioranza l'Italia si avvicina al modello di grande coalizione tedesco. Dunque è importante capire cosa si propone di fare la grande coalizione tedesca, che confermerà la leadership di Angela Merkel. Anche se non è ancora del tutto scontato che tutto andrà in porto, visto che la Spd sottoporrà nei prossimi giorni agli iscritti la decisione attraverso un referendum. Questo metodo di decisione è interessante. L'accordo è molto ampio e dettagliato e ricorda da vicino l'ampiezza e il dettaglio del programma del 2° Governo Prodi...

Continua a leggere...

 
.:: Alfiero Grandi Pubblicato in data:  26/11/2013  12:56:02, in Politica, letto 1079 volte

- Pubblicato da Il Manifesto

La giustificazione per i condoni fiscali è sempre la stessa: occorrono risorse. Quello che era sbagliato con Berlusconi e Tremonti non diventa meno sbagliato perché lo fa un Governo a partecipazione Pd. Il Governo ha già concesso un condono ai concessionari dei videogiochi. Queste macchine, circa 300.000, dovevano essere collegate al sistema informatico del Ministero per controllarle e garantire il pagamento delle tasse. Questo non è avvenuto per lunghi periodi, contravvenendo alle convenzioni stipulate con i 10 concessionari. Dopo un’indagine la Corte dei Conti condannò i concessionari a pagare 2 miliardi e 800 milioni di euro, facendo uno sconto rilevante rispetto ai conteggi degli inquirenti. Il dato positivo è che i concessionari sono stati comunque condannati a pagare una cifra non disprezzabile. Il Governo ha ridotto la penale a carico dei concessionari al 20 %, solo 600 milioni...

Continua a leggere...

 
.:: Alfiero Grandi Pubblicato in data:  07/11/2013  10:06:17, in Politica, letto 1253 volte

- pubblicato sul quotidiano L'Unità  il 5 novembre

Nel decreto legge che si pone l’obiettivo di riportare il deficit pubblico entro il 3% c’è il condono per i concessionari dei videogiochi. Queste macchine, circa 300.000 dovevano essere collegate al sistema informatico del Ministero per controllarle e per garantire il pagamento delle tasse dovute, ma in realtà questo non è avvenuto per lunghi periodi, contrariamente a quanto previsto dalle convenzioni stipulate dai 10 concessionari. Dopo un’indagine accurata la Corte dei Conti condannò i concessionari a pagare 2 miliardi e 800 milioni di euro, concedendo un enorme sconto rispetto ai conti degli inquirenti...

Continua a leggere...

 
.:: Alfiero Grandi Pubblicato in data:  29/10/2013  12:09:06, in Politica, letto 1279 volte

Introduzione al seminario del  21 ottobre 2013 a Roma
sul tema: "E' possibile riunificare oggi il mondo del lavoro ?"
promosso da:  Ars, Crs, network per il socialismo europeo, Fondazione della FP Cgil, con la collaborazione della Fondazione Claudio Sabattini

Il peso politico e il ruolo sociale dei lavoratori subordinati sono caduti in modo impressionante, eppure il loro numero e la funzione che svolgono non è meno importante che in passato. La fine del lavoro non c’è. Le meraviglie della tecnologia moderna non vengono usate per rendere migliore la condizione di chi lavora e neppure l’ambiente in cui il lavoro si svolge, al contrario vengono usate per rendere ancora più obbligata la prestazione, per rendere il lavoro ancora più subordinato. La disarticolazione del mondo del lavoro, le divisioni dei sindacati e la loro dimensione prevalentemente nazionale a fronte di una sfida sempre più a scala globale, il distacco delle sinistre dai lavoratori subordinati, la pressione prevalente sul lavoro per recuperare competitività, le politiche legislative che hanno picconato l’idea stessa di legislazione di sostegno e i diritti faticosamente conquistati nei decenni scorsi, moltiplicando a dismisura le forme dei rapporti di lavoro e provocando una dilagante precarietà, hanno stravolto pesantemente, in poco più di un ventennio, la condizione dei lavoratori subordinati. Una concezione unitaria del mondo del lavoro è oggi largamente smarrita...

Continua a leggere...

 
.:: Alfiero Grandi Pubblicato in data:  30/09/2013  11:50:34, in Politica, letto 1286 volte
- Pubblicato da l'Altro quotidiano, 
Quanto sta accadendo in Telecom e Alitalia pone problemi molto seri. Da tempo gruppi industriali e della moda italiani sono preda di iniziative di gruppi di altri paesi. E’ il mercato, si dice. Fino a un certo punto perché in realtà non esiste una vera reciprocità, perfino nell’ambito europeo. Per di più mentre in altri paesi la crisi è l’occasione per investire e quindi per rafforzarsi sui mercati internazionali, in Italia questo non accade. Al contrario gli investimenti sono ulteriormente calati. Non risulta infatti che ci siano aziende, gruppi finanziari e banche con la volontà di fare investimenti, scommettere sul futuro...

Continua a leggere...

 
.:: Alfiero Grandi Pubblicato in data:  20/09/2013  15:33:08, in Politica, letto 936 volte
L'aumento dell'Iva sarebbe un disastro La curiosità aumenta. Il Ministro Saccomanni è categorico sul rispetto del 3% per il deficit pubblico nel 2013. Nello stesso tempo la telenovela per trovare i fondi per togliere l'Imu e per evitare l'aumento dell'IVA conferma che gli spazi per interventi ritenuti urgenti dal Governo sono minimi. Tanto è vero che per finanziare i 470 milioni di euro...

Continua a leggere...

 
.:: Alfiero Grandi Pubblicato in data:  30/08/2013  10:10:21, in Politica, letto 1061 volte

- Pubblicato da www.arsinistra.it, l'Altro quotidianoDazebaoilponterivista.com, cambiailmondo.org, torinoviva.blogspt.com 
La condanna di Berlusconi e il rischio concreto che debba subirne le conseguenze, anche se attenuate, sta creando una fibrillazione politica che distoglie l'attenzione dai problemi di fondo del nostro paese. Il ricatto del Pdl sulla vita del Governo Letta è una vicenda ignobile sotto il profilo istituzionale, infatti lega tra loro, fino a tentare lo scambio, Governo e Magistratura. La risposta non può che essere che le pene giudiziarie di un reo, condannato in 3° grado...

Continua a leggere...

 
.:: Alfiero Grandi Pubblicato in data:  18/06/2013  10:38:33, in Politica, letto 16847 volte

Assemblea promossa dall'Ars nazionale
(Associazione per il Rinnovamento della Sinistra)
14 giugno 2013

Introduzione di Alfiero Grandi
Il risultato delle elezioni amministrative è importante e positivo, il  centrodestra ha perso in tutti i capoluoghi. Candidature credibili e  coalizioni di centrosinistra hanno ottenuto la vittoria. Una vittoria  ottenuta però in presenza di un astensionismo dilagante. Molti sindaci  sono stati eletti in una competizione che ha riguardato meno della metà  degli elettori. Non c'è un recupero di fiducia sulle politiche, ma il  prevalere del centrosinistra in presenza di una disaffezione che ha  colpito molto di più la destra. Infatti le percentuali non dicono tutto:  nei comuni dove si è votato il solo Pd ha perso 243.000 voti sulle  politiche di 2 mesi fa. Per questo occorre evitare una sindrome da  depressione bipolare: prima lo scoramento e ora l'euforia.  Le ultime elezioni politiche sono state una sconfitta per la sinistra, sia  di quella presente in parlamento, sia di quella che ne è stata cancellata.  Una sconfitta è più difficile da gestire. Per questo va capita e i  comportamenti dovrebbero essere coerenti. Non è stato così. La sconfitta è  diventata una disastrosa ritirata. Messo alla berlina Marini con un'azione  improvvida, il Pd ha bruciato la candidatura a Presidente della Repubblica  di Prodi, l'unico ad avere sconfitto Berlusconi 2 volte...

Continua a leggere...

 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19
Iscriviti alla newsletter
 

Cerca per parole chiave
 



Titolo
Atti Ufficiali (2)
Avvisi (2)
Avvisi ai lettori blog (3)
Bologna (3)
Catasto (36)
Contributi al Blog (1)
Diritti (4)
Economia (64)
Finanza (23)
Finanziaria (10)
Fisco (27)
generale (1)
Internazionale (2)
Interviste (12)
Lavoro (32)
Ministero delle Finanze (10)
Nucleare (53)
Ogm (1)
Omeopatia (1)
Pace (1)
Politica (189)
Pubblicazioni (11)
Sondaggio (1)
Tobin tax (12)
Trentin (1)
Welfare (7)

Catalogati per mese:
Agosto 2005
Settembre 2005
Ottobre 2005
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018

Ultimi commenti:
Salve Sig.r. & Sig.ra Vi o...
22/01/2019  08:37:30
.:: laura
Salve Sig.r. & Sig.ra Vi o...
22/01/2019  08:36:29
.:: laura
Salve Sig.r. & Sig.ra Vi o...
22/01/2019  08:35:58
.:: laura
Salve Sig.r. & Sig.ra Vi o...
22/01/2019  08:35:08
.:: LAURA
Salve Sig.r. & Sig.ra Vi o...
22/01/2019  08:34:43
.:: LAURA



Titolo



Ci sono 217 persone collegate